Username: Password:
GLOSSARIO
NUOVI ARTICOLI
SEMINE di AROMATICHE
SEMINE di MIRACOLOSE
SEMINE in PILLOLE
SEMINIAMOLI RICERCA
SEMINIAMOLI SHOP
 

Albero di Paulownia

Paulownia in fiore

Fiori di Paulownia

Capsule portasemi di Paulownia

Detaglio del fiore di Paulownia
PAULOWNIA

Paulownia Tomentosa

La Paulownia  un albero a rapido accrescimento, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, originario della Cina, dove viene coltivato da pi di 3000 anni per scopi, oltre che ornamentali, soprattutto produttivi. La lavorazione del suo legno  infatti molto diffusa in oriente e sta prendendo piede marcatamente anche in occidente. In Italia esistono oggi delle coltivazioni intensive di Paulownia per finalit produttive (legno e combustibile) nelle regioni del nord. Questa specie predilige terreni ben drenati in aree di alta pianura, sviluppa apparato radicale profondo, ha un elevato potere pollonifero, non sviluppa rami nella parte bassa del fusto. La chioma si presenta globosa e piuttosto espansa, l'altezza pu arrivare a superare i 25/30 metri. La Paulownia  una pianta sempre verde nei climi tropicali, mentre assume un comportamento caduco nelle regioni a clima temperato come in Europa. Le foglie hanno una forma a cuore con lamina e possono raggiungere dimensioni anche di 70/80 centimetri. I fiori sono molto appariscenti, di gradevole profumo, riuniti in pannocchia, il colore pu variare dal bianco al violetto: esercitano un forte potere attrattivo nei confronti delle api, grazie all'abbondante secrezione di nettare. A maturazione si trasformano in gruppi di grosse capsule leggermente pelose, di colore brunastro, leggere, legnose, grandi quanto una noce, di forma ovoidale, acuminate all'apice. Nel mese di ottobre le capsule si aprono consentendo l'uscita dei numerosi semi. Le capsule rimangono sull'albero per tutto il periodo invernale.

Seminare Paulownia. Niente di pi divertente ed appassionante per un seminatore incallito. Prima cosa dove reperire i semi. Sul web ne troverete in abbondanza, specialmente della Paulownia Imperialis, quella pi interessante forse, grazie alle sue enormi foglione che assomigliano a delle orecchie di elefante. Vi arriveranno in bustina in quantit. Purtroppo la percentuale di germinazione dei semi che hanno viaggiato non sar elevata, dovrete cercare di interrarli il prima possibile, tenendoli umidi e caldi. Forse, se vi accontentate della Paulownia tormentosa, quella maggiormente diffusa qui da noi, dovreste riuscire piuttosto facilmente a trovare una pianta e raccogliere le capsule contenenti i semi direttamente dall'albero. Non  infatti infrequente incontrarne in giro. Personalmente l'ho trovata e da una semplice raccolta (un paio di capsule) oggi ammiro nel mio giardino uno splendido esemplare, di appena un paio d'anni e gi alto circa 2,5 metri, mentre altri sette esemplari li ho regalati. I semi, piccolissimi ed alati, se interrati subito dopo la raccolta, mantengono un'elevata facolt germinativa. E' interessante notare come in natura questi semi riescano a germinare meglio su terreni minerali, privi di vegetazione (cumuli di macerie, crepe di vecchie mura, cave a cielo aperto abbandonate, terreni recentemente arsi dal fuoco). Si potrebbe pertanto (io non l'ho mai testato ma mi farebbe piacere se qualcuno di voi lo facesse e ce ne rendesse partecipi) provare a ricreare tali condizioni, mescolando per esempio al terriccio un po' di sabbia e qualche calcinaccio sgretolato, pezzetti di tufo e perch no anche un po' di cenere da brace. Il tutto si pu cuocere in forno a 220°C, oppure potremmo sistemare un po' di paglia secca sulla superficie dandole poi fuoco (fate attenzione a non incendiare la vostra casa). Quando le piantine nasceranno vanno protette dal vento, dal freddo e dal sole diretto. Vaporizzate il terreno spesso ed aumentate le ore di luce piena progressivamente. Vi consiglio di seminarle indoor verso i primi di marzo, cos verso met aprile sarete gi in grado di portarle in esterno in luogo protetto. A maggio potrete gi somministrare un concime organico per aiutarle a crescere.

 

Coltivazione della Paulownia. La sua coltivazione non presenta particolari difficolt: non  facilmente attaccabile da parassiti o altre gravi patologie, ha un'elevata capacit di sfruttare l'azoto presente nel terreno e non teme temperature troppo rigide. L'apparato radicale si sviluppa in profondit: le radici della Paulownia possono raggiungere molti metri di profondit. La specie pi rustica  di sicuro la Paulownia tomentosa, che  anche quella pi diffusa in Europa, dove pu resistere per un paio di giorni anche a temperature minime di 25 °C!! La Paulownia elongata e la fortunei sono meno rustiche e temono maggiormente il freddo, anche se tuttavia il loro limite di sopportazione rimane comunque elevato: rispettivamente 16 °C e 13 °C . Di contro anche temperature elevate possono rappresentare una minaccia. La crescita infatti pu rallentare con temperature superiori ai 38 °C. Le Paulownie hanno una buona capacit di adattamento per quanto concerne l'umidit, sviluppandosi discretamente sia in regioni poco piovose (a patto che possano essere regolarmente irrigate nel periodo estivo) che in regioni con precipitazioni pi abbondanti; sono invece pi esigenti relativamente al terreno. Questo deve essere fertile e profondo, con struttura sciolta e di consistenza limosa e sabbiosa, la salinit dovr essere inferiore allo 0,05%, mentre il pH potr variare tra 5 e 8. L'elemento in assoluto pi importante  il drenaggio. Infatti le Paulownie, pur richiedendo molta acqua per svilupparsi rapidamente, hanno pochissima tolleranza al ristagno e possono morire quando il terreno  sommerso per qualche giorno nel periodo vegetativo e per 2-3 settimane nel periodo di riposo. Quanto alla luce le Paulownie sono sicuramente piante eliofile, bisogner pertanto ragionare bene quando si mettono a dimora per evitare che altri alberi d'alto fusto possano con la loro ombra limitarne lo sviluppo. Le Paulownie si sviluppano molto rapidamente e gi dopo 3 o 4 anni iniziano a fiorire. Il diametro del fusto si sviluppa a ritmi sostenuti nei primi 10-15 anni, con incrementi che possono essere anche di 4-5 centimetri all'anno. Si raccomanda di accompagnarne la crescita con un tutore per evitare che una forte raffica di vento nei primi anni ve la faccia ritrovare nel giardino del vicino (cosa successa davvero!!!). Non  una pianta longeva e a 40 anni  gi vecchia e inizia a deperire. Dimenticatevela pertanto se dovete festeggiare una nascita o piantarla per ricordare un qualche evento significativo per la vostra vita. Tra 40 anni armati di sega foraggerete il vostro mitico caminetto. Approfondendo la ricerca tuttavia ho trovato un'altra fonte abbastanza accreditata secondo la quale se persistono le condizioni ideali questa specie pu arrivare anche a vivere per 2 o 3 secoli. Chi avr ragione? Quando starete per tirare le cuoia guardate fuori in giardino e poi inviatemi una e-mail cos aggiorner il sito (ammesso che io sia ancora in vita).

 

  

A seguire un elenco delle specie principali:

Paulownia tomentosa

Paulownia fargesii

Paulownia elongata

Paulownia Imperialis

Paulownia catalpifolia

Paulownia fortunei

Paulownia kawakamii

Paulownia taiwaniana

Paulownia duclouxii

Paulownia mikado

Paulownia speciosa

________________

Curiosit rilevanti. E per finire una manciata di curiosit:  una bellissima pianta per scopi puramente ornamentali, i fiori sono belli e profumati, e soprattutto cresce con una velocit impressionante. Gi questo dovrebbe bastare per far scattare in voi l'istinto seminatorio o la sindrome acuta del creatore vegetal-botanico. Ma mi voglio rovinare, vi aggiungo anche questo: ha un ottimo potere mellifero, il suo legno  di ottima qualit per essere lavorato, pu svolgere in alternativa una funzione energetica essendo un buon combustibile (in Italia la Paulownia viene coltivata proprio per il suo legno). Inoltre ha la capacit di assorbire elementi inquinanti dal terreno e pu svolgere pertanto una funzione di bonifica. E per finire la leggera e viscosa peluria del suo generoso fogliame  in grado di trattenere il particolato presente nell'aria. Perch allora, visto che ci violentano costruendoci i termovalorizzatori o le centrali a carbone sotto casa, non rispondiamo andando a sistemare piante di Paulownia a tradimento di notte in ognidove? Buona paulownizzazione del mondo a tutti i seminatori.louis vuitton outletlouis vuitton bags
hogan scarpe


www.ilgiardinodeilibri.it